Come riconoscere e curare la Scoliosi?

Cos’è la scoliosi?

Il termine scoliosi deriva dal greco skolíosis che significa “incurvamento” ed è una patologia conosciuta sin dall’antichità: già nel 300 a.c. il medico greco Ippoctare, dopo aver classificato le varie deformità angolari della colonna vertebrale, ideò una serie di strumenti per ridurre queste anomalie.

La scoliosi è una deformità della colonna vertebrale che colpisce il 3% dei bambini in età evolutiva (maggiormente le femmine rispetto ai maschi), e si presenta con una curvatura laterale e una rotazione dei corpi vertebrali che è più evidente nella zona costale.

Esistono diverse tipologie di scoliosi in base al punto in cui si localizza:

  • Scoliosi lombare;
  • Scoliosi dorso-lombare;
  • Scoliosi dorsale;
  • Scoliosi cervico-dorsale.

I casi di scoliosi lieve non hanno ripercussioni sulle attività quotidiane, ma nei casi gravi può essere una patologia molto dolorosa e limitante nei movimenti.

Cause della scoliosi

Le cause della scoliosi sono diverse: da malformazioni congenite della colonna a malattie neuromuscolari, ma nella maggior parte dei casi la scoliosi è “idiopatica”, cioè senza cause ben chiare. Ci sono però fattori predisponenti, come familiarità e anomalie del connettivo, nonché la mancata crescita armonica dei diversi comparti scheletrico, muscolare e nervoso.

Secondo le stime la scoliosi può essere:

  • Idiopatica: per il 65% dei casi si manifesta senza cause note;
  • Congenita: per il 15% dei casi è presente dalla nascita;
  • Dovuta a seguito di una patologia neuromuscolare per il 10% dei casi.

Come si riconosce una schiena con scoliosi?


La colonna vertebrale scoliotica è incurvata su se stessa e deformata nelle tre direzioni; le conseguenze sono asimmetrie di spalle, scapole e fianchi. Quando l’interessato si piega in avanti è possibile vedere un gibbo scoliotico che può essere dorsale, dorso-lombare o lombare, a seconda della parte della colonna colpita.

Per la diagnosi viene fatta una radiografia della colonna vertebrale e poi si quantifica l’inclinazione delle vertebre, che si misura in “Gradi Cobb”.

Rimedi

Se scoperta presto, la scoliosi è più facile da correggere: per questo bisogna intervenire il prima possibile e tenere sotto controllo il bambino scoliotico fino al termine dell’accrescimento: dopo la pubertà, la scoliosi diminuisce il rischio di progressione.

Il trattamento dipende dal grado di deviazione della colonna:

  • Se è lieve (10-25° Cobb) può bastare un programma di ginnastica mirata;
  • Per le forme intermedie (25-45° Cobb) si abbinano esercizi e bustino;
  • Solo nei casi più gravi (sopra i 45-50° Cobb) si prende in considerazione l’intervento chirurgico.

Per trarre i massimi benefici dagli esercizi, l’ideale è eseguirli in autocorrezione, come dimostra anche uno studio che è stato di recente pubblicato sull’European Spine Journal.

Quale Materasso acquistare in caso di Scoliosi?

Il materasso migliore in caso di scoliosi è sicuramente un prodotto in Memory, con comfort medio-rigido, che abbia superato i test per essere catalogato come “Dispositivo Medico CE in classe 1”.

wellness

Chiardiluna HD, nelle versioni medio e rigido, è sicuramente uno dei prodotti più adatti, in quanto acquista la forma della colonna vertebrale senza irrigidirla o modificarla ulteriormente, e può quindi diventare un valido alleato da sfruttare durante le terapie per la cura della scoliosi.

Contattaci
close slider

Nome*

Cognome*

E-Mail*

Telefono

Città*

Vorrei*

Informazioni sui prodottiPrenotazione visita presso un punto vendita

Messaggio*

Autorizzo il trattamento dei dati inseriti nel form per permettere a Bacciflex s.r.l. di rispondermi. Ho letto ed acconsento alla Privacy & Cookie Policy.

Desidero iscrivermi alla Newsletter per ricevere news periodiche o comunicazioni promozionali da Bacciflex s.r.l.. Potrò disiscrivermi in qualsiasi momento.