Cos’è un materasso “Ortopedico”?

Per molti anni per “materasso ortopedico” si è indicato un tipo materasso molto duro o rigido. Si pensava infatti che le persone, con problematiche alla colonna vertebrale ed alla schiena, trovassero sollievo nel dormire su un materasso rigido.

Questo era anche dovuto al fatto che, prima dell’introduzione massiccia dei materassi con Molle Insacchettate (anni ’90) e dei materassi in Memory (anni 2000), la più gran parte dei materassi erano fabbricati con le classiche Molle Bonnell. Questi materassi erano di 2 tipi: morbidi o rigidi. Chi soffriva di mal di schiena preferiva riposare su un materasso bello rigido, perché questo manteneva, rispetto al morbido, una buona rigidità, e non si deformava nel tempo: veniva quindi chiamato “ortopedico”.

Era una credenza sbagliata, infatti non c’è mai stata nessuna organizzazione governativa e nessun ordine medico professionale, che abbia certificato l’ortopedicità di questi materassi rigidi: era in uso comune chiamarli così, in quanto si pensava che distendessero bene la schiena e favorissero il riposo notturno.

Materasso “Ortopedico”? Meglio chiamarlo “Ergonomico”

Gli studi più recenti a livello internazionale, dimostrano infatti che il materasso ideale non debba essere né troppo duro né eccessivamente morbido. Deve quindi essere un Materasso Ergonomico, un prodotto cioè capace di adattarsi alle forme del corpo, e che fornisce il giusto sostegno ed evitando affossamenti.

Dormire su materassi troppo rigidi, va infatti contro due principi dell’ortopedia legati al sano dormire: quello dei punti di pressione e quello della naturale curvatura della schiena.

Punti di pressione

Se ti stendi su una superficie troppo rigida, le parti del corpo a contatto con la superficie vengono schiacciate dal resto del corpo: questo causa sicuramente malessere, soprattutto in zone come spalle, fianchi e gomiti, ed anche danni ai tessuti. Per evitare questo malessere, la superficie del materasso deve cedere un po’; un materasso troppo rigido, quindi, non porta nessun sollievo per i punti di pressione.

Curvatura della schiena

Hai mai visto l’immagine, di profilo, di uno scheletro? Avrai sicuramente notato che la colonna vertebrale ha una leggera curvatura naturale ad “esse”: cercare di raddrizzarla provoca un grande stress ai muscoli, ai tendini ed alle ossa, e causa dolore nella fase del riposo. L’ideale è quindi non forzare, ma seguire questa curvatura, sostenendo il peso del corpo nel modo ottimale, utilizzando quindi un materasso più accogliente.

Conclusioni

I materassi rigidi, quindi, non hanno niente di “ortopedico”, e se ha problemi di schiena dovresti invece entrare in un negozio specializzato e chiedere di provare un materasso “ergonomico”, meglio se “dispositivo medico antidecubito”: una tipologia di prodotti che rilasserà la tua colonna vertebrale e migliorerà sensibilmente la tua qualità del sonno.

Contatta un nostro esperto del riposo

Scrivici in chat
Chiardiluna: contatta un nostro esperto del riposo
Contattaci
close slider

    Nome*

    Cognome*

    E-Mail*

    Telefono

    Città*

    Vorrei*

    Informazioni sui prodottiPrenotazione visita presso un punto vendita

    Messaggio*

    Autorizzo il trattamento dei dati inseriti nel form per permettere a Bacciflex s.r.l. di rispondermi. Ho letto ed acconsento alla Privacy & Cookie Policy.

    Desidero iscrivermi alla Newsletter per ricevere news periodiche o comunicazioni promozionali da Bacciflex s.r.l.. Potrò disiscrivermi in qualsiasi momento.