Dormire sul fianco destro fa male?

Molti credono che dormire sul fianco destro non faccia bene alla salute: ma è veramente così?

Il nostro corpo, così come i nostri organi, non è perfettamente simmetrico: dunque, in linea di principio, ha senso chiedersi se sia indifferente dormire sul fianco destro o su quello sinistro. Anche gli scienziati si sono posti questo interrogativo, tanto che esistono studi sperimentali che valutano se il lato preferito per appoggiarsi possa avere un effetto sulla salute.

L’analisi scientifica

Uno studio del 2015 del Journal of Clinical Gastroenterology sul reflusso gastro esofageo cronico ha evidenziato un rischio medio-basso (quindi non grave) per chi dorme in questa posizione.

Sulla base di questo studio, alcuni siti come perdavvero.com o timenews24h.it hanno pubblicato notizie allarmanti che invitavano gli utenti a non dormire sul fianco destro, vantando, per altro, problemi alla circolazione sanguigna, alla digestione, al sistema linfatico ed alla milza.

Se anche tu hai letto questi articoli, beh ti possiamo tranquillizzare: trattasi di notizie bufala, che non hanno evidenze scientifiche. O meglio: se soffri di reflusso gastrico cronico ti consigliamo di dormire sul fianco sinistro, altrimenti puoi tranquillamente dormire sul fianco destro. (scopri qui i pro ed i contro della posizione con cui dormi)

Una notizia “gonfiata”

La tesi sul cuore, che dormendo sul lato sinistro sarebbe facilitato da una migliore circolazione, rimane inconsistente in quanto l’aorta è un’arteria e come tale veicola il sangue in uscita dal cuore, qualunque sia la posizione assunta dal corpo.

Anche quella dello schiacciamento degli organi interni, come la milza, è fantasiosa, perché non esistono prove concrete del beneficio del posizionamento del nostro corpo, in quanto tutti gli organi interni ne verrebbero comunque coinvolti.

Il sistema linfatico è sì spostato a sinistra, ma la sua funzionalità non dipende da dove è posizionato: altrimenti, ogni volta che stiamo in piedi, avrebbe difficoltà a funzionare!

Quanto ai disturbi alla digestione, anche questi non hanno basi scientifiche: il nostro corpo è una macchina straordinaria, che si autoregola in qualsiasi posizione assuma. Prova ne è che cambiamo spesso posizione durante la notte, ma il nostro organismo funziona sempre nello stesso modo. Piuttosto dovremmo tutti stare attenti a cosa mangiamo la sera 😉 (leggi qual è la dieta ideale contro l’insonnia)

Cosa c’è di vero?

Sicuramente dovrai fare attenzione a come dormi, se soffri di reflusso gastrico cronico; ma se non hai particolari patologie, puoi dormire nella posizione che preferisci; la qualità del sonno non è determinata dalla posizione, quanto da altri fattori, come l’alimentazione, la qualità della vita in generale, e soprattutto dal tipo di materasso e rete su cui dormi. 

Se da qualche tempo soffri di mal di schiena, ma non hai cambiato le tue abitudini, né hai subito infortuni, non sarà dovuto al vecchio materasso o alla rete obsoleta su cui stai dormendo?

Dubbi, curiosità? Contatta un nostro esperto del riposo

Scrivici in chat
Chiardiluna: contatta un nostro esperto del riposo
Iscriviti abbiamo un regalo esclusivo per te
Potrò disiscrivermi in qualsiasi momento.
Nascondi il Messaggio
Contattaci
close slider

    Nome*

    Cognome*

    E-Mail*

    Telefono

    Città*

    Vorrei*

    Informazioni sui prodottiPrenotazione visita presso un punto vendita

    Messaggio*

    Autorizzo il trattamento dei dati inseriti nel form per permettere a Bacciflex s.r.l. di rispondermi. Ho letto ed acconsento alla Privacy & Cookie Policy.

    Desidero iscrivermi alla Newsletter per ricevere news periodiche o comunicazioni promozionali da Bacciflex s.r.l.. Potrò disiscrivermi in qualsiasi momento.