migliore colazione proteica

La colazione ideale per combattere la sonnolenza

La colazione giusta per rimanere svegli? Non esistono alimenti indicati per combattere la sonnolenza, ma per star bene appena svegli la prima regola è: fai una sana colazione e non saltarla. (Leggi anche 8 errori da non fare a colazione)

La sola tazzina di caffè, anche se inizialmente energizzante (grazie all’apporto di caffeina), da sola non è sufficiente per tenerti sveglio, anzi: ci sono molte persone che non vengono stimolate dalla caffeina. (Scopri perché in qualcuno il caffè genera sonnolenza)

La colazione ideale deve essere completa, non devono mancare proteine magre e carboidrati complessi, fondamentali per avere una mente lucida nel corso della giornata, e deve essere sempre accompagnata da un giusto apporto di liquidi, necessari a combattere la disidratazione notturna.

Meno dolci a colazione

Anche se sono buonissimi e danno l’impressione di dare tanta energia, dovresti diminuire il consumo di dolci nelle prime ore del mattino. Uno studio pubblicato su The American Journal of Clinical Nutrition, dimostrerebbe che il primo pasto della giornata, se maggiormente proteico, aumenta il senso di pienezza e di sazietà, e riduce l’attività delle aree cerebrali responsabili del controllo del desiderio di cibo, e quindi anche il senso di stanchezza e sonnolenza.

Lo studio

Secondo lo studio, pasti più proteici contribuiscono a diminuire i livelli dell’ormone che stimola la fame, la grelina, e ad aumentare invece le concentrazioni nel sangue del peptide YY, un ormone che aumenta il senso di sazietà.

Se assumi troppi zuccheri, avrai un veloce aumento della glicemia, che, quando calerà vertiginosamente (perché gli zuccheri si esauriscono presto), porterà sonnolenza, stanchezza e grande senso di fame, invitandoti ad assumere altri zuccheri.

Iniziare quindi la giornata con una colazione proteica evita che a metà mattina ti senta affamato e senza forze, cosa che ti spingerà ad abbuffarti, per poi mangiare poco e niente a pranzo e di conseguenza troppo a cena. In pratica, una migliore colazione ti eviterà di mangiare snack ipercalorici fuori pasto, e di tenere anche sotto controllo il peso.

La colazione ideale

Questo non vuol dire che dovrai abbandonare del tutto i dolci, scegli piuttosto di alternare salato e dolce: l’ideale sarebbe assumere latte, sia vaccino che di soia, che dà un giusto apporto proteico, e consuma carboidrati con pochi zuccheri raffinati, come dei cereali integrali, del muesli con frutta secca, o una bella fetta di pane integrale con burro e marmellata, e scegli anche frutta fresca – utilissima per l’apporto di fibre e vitamine.

Per la colazione salata vanno bene semi oleosi, come mandorle, arachidi o noci, ed anche uova, formaggio e gli affettati, senza però superare, per questi ultimi, la soglia consigliata di 100 grami a settimana. Se seguirai questi semplici consigli, eviterai di sentirti stanco ed assonnato durante la giornata, ed avrai meno bisogno di assumere tazzine su tazzine di caffè.


 

Lascia un commento