Smart working ai tempi del Coronavirus

In questi giorni si parla molto di ‘smart working’, soprattutto per far fronte all’attuale emergenza del Coronavirus.

Lo smart working è una modalità di esecuzione del rapporto di lavoro subordinato, stabilita mediante accordo tra le parti, con forme di organizzazione per fasi, cicli e obiettivi e senza precisi vincoli di orario o di luogo di lavoro, con il possibile utilizzo di strumenti tecnologici per lo svolgimento dell’attività lavorativa.

 

Le caratteristiche dello smart working sono:
  • Assenza di rigidi vincoli orari per lo svolgimento delle prestazioni lavorative e tutela del diritto al riposo ed alla disconnessione
  • Assenza di vincoli spaziali, i concetti di tempo e spazio lavoro diventano più fluidi
  • Flessibilità nell’organizzazione del lavoro per obiettivi, in quanto non recarsi in azienda per lavorare non vuol dire aver la massima libertà ma avere una maggiore responsabilità e coscienza di autonomia lavorativa
  • Volontarietà delle parti tramite accordo scritto tra le stesse, che non sostituisce in alcun modo il contratto di lavoro pre esitente ma che ne determina le nuove modalità di svolgimento con diritto di recesso
  • Utilizzo di strumenti che permettano il lavoro da remoto ( pc, tablet, telefono )
  • Parità di trattamento economico e normativo rispetto ai colleghi che lavorano in ufficio
  • Informativa resa dal datore di lavoro sui rischi e possibili eventuali infortuni, nonché sugli accorgimenti da adottare al fine di preservare la privacy
  • Deposito dell’accordo in modalità telematica sulla piattaforma del Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali

 

Con l’avvento del Coronavirus, le modalità per l’attivazione dello smart working sono state semplificate e possono essere applicate dai datori di lavoro (imprese e professionisti) a ogni rapporto di lavoro subordinato, sull’intero territorio nazionale e per la durata dello stato di emergenza epidemiologica da coronavirus (COVID-19).

 

In conclusione i vantaggi dello smart working sono:
  • Possibilità di lavorare in un ambiente dinamico, trasparente, innovativo e collaborativo.
  • Possibilità di gestire meglio il proprio tempo e migliorare l’equilibrio vita lavorativa-vita personale
  • Aumento produttività: più serenità a lavoro significa più produttività.
  • Aumento brand awareness: un’azienda che adotta politiche di Smart Working, si distingue sul mercato ed è più attrattiva: per clienti, come per partner che – soprattutto – per futuri dipendenti.
  • Aumento produttività: lavoratore più produttivo.
  • Arrivare alla sera più rilassati e soddisfatti.