Stress e isolamento sociale: come combattere l’ansia da pandemia

Con l’aggravarsi della pandemia di Covid-19, e le delicate condizioni di vita a cui siamo stati sottoposti per lungo tempo, non poche persone hanno cominciato ad accusare disturbi psico-somatici legati ad ansia, frustrazione, senso del pericolo, attacchi di panico.
Alla complessa situazione sanitaria mondiale, dunque, abbiamo cercato di far fronte ognuno attraverso il proprio senso di responsabilità etico e civile, proteggendosi coi dispositivi di sicurezza prescritti ed evitando il più possibile i contatti fisici con la realtà esterna.
L’isolamento sociale non è però una pratica a cui siamo stati spesso educati, abituati anzi a fare del mondo fuori, con le sue dimensioni continuamente condivise, il fulcro centrale delle nostre vite.
Come porre rimedio, e dare sollievo, ad una condizione esistenziale fatta di mura domestiche, di pause, di assenze, di tempi morti, di inattività?

Il potere curativo della casa:

Nonostante si stimi che le conseguenze psicologiche ed emotive della pandemia arriveranno a lambire enormemente tutte le nuove generazioni, bisogna ricordare che possiamo porre degli argini a questa fragile condizione, comunque temporanea, capovolgendo la prospettiva e cercando di guardare al tempo, anche quello apparentemente dilatato, esteso, di questi mesi, come un’opportunità per lavorare su se stessi, sul proprio corpo e la propria mente, aiutandoci a trovare la spinta interiore per tenere alto il morale e costruire una propria rassicurante visione complessiva.
In questa nuova prospettiva la casa, punto centrale della quotidianità, deve appropriarsi di un valore curativo, terapeutico, in grado di darci forza e serenità.
Le mura domestiche devono sembrare un regno inesplorato, e pieno di avventure, in cui mettere a frutto tutti i nostri poteri.
Che si viva soli, insieme ai propri genitori, o con i figli, la casa è il luogo intimo delle relazioni, della scoperta, della protezione.

Le possibili alternative:

Alcune attività e pratiche, come piccoli “esercizi” quotidiani, possono venire in aiuto alla nostra condizione di ansia da prolungato isolamento, e farci vedere la realtà sotto una luce più radiosa.

La cucina, per esempio, è un luogo sacro dove lasciar andare la propria fantasia, mettendo la creatività a servizio del tempo, o condividendola insieme alle persone care.
Maneggiare il cibo, sbizzarrirsi in composizioni e abbinamenti gustosi, ravvivare tutti i sensi a nostra disposizione, è un modo per sentirsi più appagati e non cedere all’apatia o all’insoddisfazione domestica.

Chi è appassionato di hand-craft e bricolage sa quanto benessere può ricevere da un’ora trascorsa con viti, seghetto e martello a costruire un utensile o a riparare una vecchia cassettiera.
Sì perché la cura che si ripone nella costruzione di un oggetto fisico, l’attenzione necessaria per maneggiare uno strumento artigianale, ci permette di dirottare i pensieri negativi, le frustrazioni, e dirottarle in un’azione pratica, utile.

Se siete persone creative e originali, nella pittura troverete libero sfogo al vostro stato emotivo interiore, seppur frastagliato da tanti pensieri e preoccupazioni.
Dipingere è un atto liberatorio, concreto, che ci consente di usare le mani, la materia, facendo sì che il nostro corpo trovi linfa e vigore nuovo, e con esso la mente fluisca su strade più dolci e prive di ostacoli.

Meditare è poi un’azione fra le più necessarie, soprattutto in questi tempi così vulnerabili. Una bella mezz’ora di meditazione mattutina, o prima di andare a letto, magari fatta insieme a tutta la vostra famiglia, può aiutarvi a riportare equilibrio e armonia fra le mura di casa e a sciogliere quei conflitti interiori, dati da ansia e disagio, che sovente ci attanagliano l’umore.

E quando vi sentite esageratamente stanchi e frustrati, approfittate di una breve ricarica di energia data dall’esercizio fisico: che sia con una corsetta sotto casa, o seguendo un programma di lezioni o esercizi indoor, lasciate scaricare la tensione accumulata dai muscoli e rimettete in circolo gli ormoni buoni.
Vi sentirete rigenerati e carichi di belle intenzioni.

Dubbi, curiosità? Contatta un nostro esperto del riposo

Scrivici in chat
Chiardiluna: contatta un nostro esperto del riposo
Iscriviti abbiamo un regalo esclusivo per te
Potrò disiscrivermi in qualsiasi momento.
Nascondi il Messaggio
Contattaci
close slider

    Nome*

    Cognome*

    E-Mail*

    Telefono

    Città*

    Vorrei*

    Informazioni sui prodottiPrenotazione visita presso un punto vendita

    Messaggio*

    Autorizzo il trattamento dei dati inseriti nel form per permettere a Bacciflex s.r.l. di rispondermi. Ho letto ed acconsento alla Privacy & Cookie Policy.

    Desidero iscrivermi alla Newsletter per ricevere news periodiche o comunicazioni promozionali da Bacciflex s.r.l.. Potrò disiscrivermi in qualsiasi momento.